Home- Premio giornalistico David Rossi

Home- Premio giornalistico David Rossi
"La Chiacchiera"
il suo primo giornale, 1971.
Giornale casalingo scritto a mano e distribuito in famiglia.















 
Il giornale di Colleverde anni 1973-1976 
A 12 anni David era direttore di un giornalino di quartiere “il Giornale di Colleverde”, che i ragazzi della zona scrivevano e stampavano in proprio che molti conservano ancora oggi come veri cimeli e ricordi di gioventù. Scriveva gli articoli con lo pseudonimo "Ombra", scrivere è sempre stata la sua passione, fin da piccolo. Fare il giornalista il suo sogno. Un mestiere non facile, dove la delusione è sempre dietro l'angolo e le difficoltà non mancano mai.
colleverde_ombra 




Un articolo del Direttore "Ombra" sul giornale di Colleverde


 
Una vecchia Remington portatile. Con questa scriveva gli articoli per il Giornalino di Colleverde
Una vecchia Remington portatile, con questa i ragazzi della via scrivevano "Il Giornale di Colleverde". Le copie venivano fatte faticosamente a mano con la carta carbone e con qualche volenteroso genitore che all'ufficio aveva a disposizone una macchina futuristica (al tempo) chiamata fotocopiatrice.
barbecue 






Gli anni successivi, la gavetta da giornalista, la prima esperienza con l'agenzia di grafica "Graphomania" e il mensile l'Urlo della Piazza



Seguiranno esperienze con "Il Campo di Siena", successivamente alla Gazzetta di Siena, SienaNews (di cui è stato il fondatore nel 1998) tra i primissimi giornali on line in Italia), poi giornalista freelance.


 
20210530_102352 



David era anche un abile disegnatore e ironico vignettista

 
20210530_103034


 Anche in ambito famigliare la sua penna era sempre tagliente e le vignette espicative